Settimana Nazionale della Celiachia: combattere falsi miti e fake news

Settimana Nazionale della Celiachia: combattere falsi miti e fake news

Dall'11 al 19 maggio riflettori accesi su una malattia severa ma ancora troppo sottostimata

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

11

Maggio
2024

A cura della Redazione F&T

Una infiammazione cronica dell’intestino, scatenata dall’ingestione del glutine in soggetti geneticamente predisposti. Da qui partono le nove giornate promosse da AIC - Associazione Italiana Celiachia che avranno luogo dall’11 al 19 maggio 2024, in concomitanza con la Giornata Mondiale della Celiachia che si celebra il 16 maggio. L'obiettivo della 10° edizione è sfatare falsi miti e a contrastare fake news attraverso informazione online, screening e consulenze mediche gratuiti, incontri e consigli di dietisti e nutrizionisti, corsi di cucina online e in presenza, laboratori per bambini, convegni e incontri divulgativi.

La celiachia è una patologia autoimmune cronica che colpisce circa l’1% della popolazione nel nostro Paese, ma i dati indicano che solo una frazione di coloro che ne soffrono è stata diagnosticata. Secondo il Ministero della Salute, nel 2022 solo lo 0,43% della popolazione era diagnosticata: si stima quindi che siano 600 mila le persone celiache, di cui circa 400 mila non ancora diagnosticate. 
"La Settimana Nazionale della Celiachia è per noi uno dei momenti più importanti dell’anno, un’occasione per accendere i riflettori sui falsi miti e sfatare le tante fake news che ruotano intorno alla celiachia, una malattia severa ma ancora troppo sottostimata" afferma Rossella Valmarana, Presidente di AIC - Associazione Italiana Celiachia.
"Grazie agli eventi e iniziative della Settimana, ci poniamo l’obiettivo di diffondere una corretta informazione sulla celiachia perché siamo convinti che solo aumentando la conoscenza e la consapevolezza sia possibile migliorare la qualità della vita delle persone celiache, che è quello per cui AIC lavora e si impegna quotidianamente da 45 anni". 

Uno spazio importante all’interno della Settimana Nazionale è dedicato ai più giovani e alle scuole con “Tutti a tavola, tutti insieme: le giornate del menù senza glutine”, iniziativa che prevede la distribuzione di un menù completamente senza glutine per tutti nelle mense delle scuole dell’infanzia e della primaria, con l’obiettivo di sensibilizzare e informare studenti, famiglie e insegnanti sulla celiachia e la dieta senza glutine. Nata nel 2010, coinvolge oggi 400 comuni italiani grazie anche alla collaborazione con ANCI: solo nel 2023 sono stati distribuiti oltre 360.000 pasti senza glutine.

Scuole e bambini

Uno spazio importante all’interno della Settimana Nazionale è dedicato ai più giovani e alle scuole con “Tutti a tavola, tutti insieme: le giornate del menù senza glutine”, iniziativa che prevede la distribuzione di un menù completamente senza glutine per tutti nelle mense delle scuole dell’infanzia e della primaria, con l’obiettivo di sensibilizzare e informare studenti, famiglie e insegnanti sulla celiachia e la dieta senza glutine. Nata nel 2010, coinvolge oggi 400 comuni italiani grazie anche alla collaborazione con ANCI: solo nel 2023 sono stati distribuiti oltre 360.000 pasti senza glutine.

Nei giorni della Settimana della Celiachia, è in corso in Lombardia, Marche, Campania e Sardegna il progetto pilota del programma di screening pediatrico per celiachia e diabete di tipo 1, avviato dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità in attuazione della legge 15 settembre 2023 n. 130. Il programma rappresenta un importante investimento di prevenzione che l’Italia, prima nazione a dotarsi di questo strumento, mette in campo per identificare, nella popolazione pediatrica sana, le persone a rischio di sviluppare una o entrambe le malattie. 

Cos’è la malattia celiaca

La malattia celiaca o celiachia è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. Si  caratterizza per un quadro clinico variabilissimo, che va dalla diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali, quali anemia, astenia, amenorrea, infertilità, aborti ricorrenti, bassa statura, ulcere del cavo orale, osteoporosi, dolori articolari, dermatiti, edemi, alopecia, alla associazione con altre malattie autoimmuni, fino a complicanze molto gravi quali l'epilessia con calcificazioni cerebrali o il linfoma intestinale.
La diagnosi si effettua con analisi del sangue di specifici anticorpi e biopsia dell’intestino tenue.
L’unica terapia possibile per la malattia celiaca è la dieta senza glutine per tutta la vita.

settimanadellaceliachia →

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: