Sammontana e Investindustrial acquisiscono Bindi-Forno d’Asolo

Sammontana e Investindustrial acquisiscono Bindi-Forno d’Asolo

In Toscana un polo dolciario da 1 miliardo e 2.500 dipendenti con stabilimenti produttivi in Italia, negli USA e in Francia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Febbraio
2024

A cura della Redazione F&T

Sta per nascere un polo industriale nel settore dolciario-alimentare da 1 miliardo di euro per la produzione di prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato. La famiglia Bagnoli, da tre generazioni alla guida di Sammontana, Investindustrial, attraverso la società di investimento Frozen Investments, e il senior management hanno ufficializzato questa mattina la partnership che vede l’unione tra Sammontana e FdA group, il gruppo Bindi-Forno d’Asolo.
La società di investimento BC Partners, che ha investito nel gruppo FdA nel 2018, ha infatti raggiunto un accordo per la vendita di Forno d’Asolo al consorzio formato da Investindustrial e dalla famiglia Bagnoli.
La famiglia Bagnoli, Investindustrial e il senior management deterranno il 100% del nuovo gruppo, si legge in una nota che conferma le indiscrezioni di stampa emerse negli ultimi mesi, con il controllo operativo che resta nelle mani della famiglia, e Investindustrial che guiderà l’espansione internazionale.
Leonardo Bagnoli, CEO di Sammontana, sarà nominato Presidente, mentre Alessandro Angelon, CEO di Forno d’Asolo, diventerà CEO del nuovo gruppo. Marco Bagnoli diventerà Presidente di Sammontana.

Spiega la nota: "La partnership combina l’esperienza della famiglia Bagnoli nel settore del gelato e della pasticceria surgelata con il potenziale di crescita di Forno d’Asolo e la capacità di Investindustrial di globalizzare con successo aziende manifatturiere italiane di alta qualità. Questa partnership unisce due aziende complementari al fine di creare un gruppo internazionale globale di prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato attraverso un processo di buy and build e un’ulteriore espansione geografica".

Il gruppo risultante dall’unione di Sammontana e Forno d’Asolo avrà un fatturato di quasi 1 miliardo di euro con stabilimenti produttivi in Italia, negli Stati Uniti e in Francia, e oltre 2.500 dipendenti. La nuova entità opererà attraverso molteplici canali, essendo partner di principali bar, ristoranti, hotel, rivenditori alimentari e aziende di catering per i prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato.

Con sede a Empoli, in Toscana, e fondata nel 1946, Sammontana è un centro per l’industria della pasticceria surgelata e del gelato in Italia.
Il suo portafoglio prodotti include marchi come il gelato Sammontana e la pasticceria surgelata Tre Marie che vengono principalmente venduti a hotel, ristoranti, bar, società di catering, supermercati e gelaterie.
Fondata nel 1985 e con sede a Maser, Treviso, Forno d’Asolo è un produttore e distributore di prodotti surgelati di alta qualità, tra cui pasticceria dolciaria e salata da forno.
L’azienda vende i suoi prodotti, tra cui i noti marchi Forno d’Asolo e Bindi, principalmente a bar, ristoranti, hotel e società di catering, con oltre 70.000 clienti in 40 Paesi in tutto il mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: