Nuova protesta degli agricoltori: petardi e roghi a Bruxelles

Nuova protesta degli agricoltori: petardi e roghi a Bruxelles

Le forze dell'ordine reagiscono con idranti e gas lacrimogeni

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

26

Marzo
2024

A cura della Redazione F&T

Nuova accesissima contestazione degli agricoltori europei oggi a Bruxelles in concomitanza con la riunione dell’Agrifish, il Consiglio europeo dei Ministri dell’Agricoltura e della Pesca.
Si tratta della terza protesta dopo quelle del 1° e del 26 febbraio. Almeno 250-300 i trattori portati nella capitale belga da Fugea, dalla Federazione dei Giovani Agricoltori (FJA), dalla Federazione Vallone dell’Agricoltura (Fwa), dalla Rete di sostegno all’agricoltura contadina (RéSAP) e dal Coordinamento europeo.

Secondo quanto scrive il quotidiano Le Soir, dopo un lungo lancio di petardi in segno di protesta e l’appiccamento di alcuni roghi in prossimità delle sedi della Commissione e del Consiglio, come già avvenuto nelle precedenti manifestazioni di protesta, le forze dell’ordine in tenuta antisommossa hanno azionato gli idranti contro i trattori e hanno anche lanciato del gas lacrimogeno.

I trattori si sono disposti tra Rue de la Loi e Place du Luxembourg e, per motivi di sicurezza, sono chiusi al traffico i tunnel Tervuren, Cinquantenario, Loi e Reyers verso il centro e il tunnel Belliard verso la E40. Già ieri la polizia belga aveva sconsigliato di recarsi in centro con le automobili.

Immagine: freepik

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: