I NAS di Parma sequestrano 1 tonnellata di alimenti in bar e supermercati

I NAS di Parma sequestrano 1 tonnellata di alimenti in bar e supermercati

Sanzionate cinque attività nelle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

24

Novembre
2022

A cura della Redazione F&T

Controlli a tappeto da parte dei Nuclei Antisofisticazione di Parma che, nell'ambito dei recenti controlli sulla sicurezza alimentare svolti nelle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia, hanno riscontrato irregolarità igienico-sanitarie diffuse.
Dai controlli sono scaturiti sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 13.000 euro nei confronti di 5 attività, e sequestri per 1.115 kg di prodotti alimentari.

Parma

In città è stato ispezionato un bar-tavola fredda, dove i militari del Nucleo parmigiano hanno rinvenuto, nelle celle frigo, circa 9 kg di generi alimentari (uova, panna e spezie) decorsi di validità, che sono stati destinati allo smaltimento diretto in autocontrollo. Per questo motivo nei confronti del titolare dell'attività è stata comminata una sanzione amministrativa di 2.000 euro.
Gli operanti hanno inoltre riscontrato carenze igienico-sanitarie nel locale di preparazione degli alimenti e la presenza, nel locale deposito, di materiale non attinente.
È stata accertata la mancata predisposizione del libro degli ingredienti e degli allergeni e la mancata esibizione degli attestati di formazione per personale alimentarista relativamente a due dipendenti. Per queste critiche, nei confronti del legale rappresentante è stata emessa una diffida.

Provincia di Reggio Emilia

I NAS hanno sequestrato 1.100 kg di prodotti alimentari (principalmente salumi e formaggi), del valore commerciale di circa 5.000 euro, rinvenuti all'interno di un deposito alimentare risultato privo di autorizzazione sanitaria e in precarie condizioni igienico sanitarie caratteristiche allo sporco pregresso presente in tutti i locali, interessati anche da escrementi di roditori.
Nei confronti del legale rappresentante dell'attività sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.000 euro.

Presso un negozio di giocattoli sono state sottoposte a sequestro amministrativo 32 confezioni di materiali ed oggetti destinati al contatto con gli alimenti (bicchieri, piatte e posate di carta) poiché prive in etichetta delle informazioni obbligatorie in lingua italiana.
Nei confronti del titolare è stata comminata una sanzione amministrativa di 3.000 euro.

Modena

Presso un supermercato sono state rilevate carenze igienico-sanitarie all'interno dei locali magazzino alimenti con formazioni di ragnatele sulle pareti, polvere e sporco vetusto sulle superfici, nonché con diversi pannelli di rivestimento della controsoffittatura mancanti o danneggiati. I carabinieri hanno sottoposto a sequestro amministrativo 15 kg di carne rinvenuta confezionata all'interno della cella frigorifera priva delle indicazioni obbligatorie riguardanti la rintracciabilità. Inoltre, è stata accertata la mancata esposizione del cartello indicante il divieto di fumare e la mancata esibizione dell'attestato di formazione per personale alimentarista relativo a un dipendente dell'attività.
Nei confronti del legale responsabile sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.440 euro.
In provincia di Modena è stato ispezionato un bar-tavola calda dove sono emerse carenze igienico-sanitarie presso i locali magazzino e cucina caratterizzati dalla presenza di sporco diffuso sulla pavimentazione, ragnatele sulle pareti, eccessiva formazione di ghiaccio e residui di pregressa conservazione di materie prime alimentari all'interno del congelatore a pozzetto.
I militari hanno rilevato criticità anche in un altro locale dell'attività adibito a deposito alimenti e stoviglie, dove le pareti presentavano scrostature e macchie di umidità ed era presente materiale vario non attinente all'attività, ammassato in modo da impedire le operazioni di pulizia e di sanificazione.
È stato inoltre riscontrato l'omesso aggiornamento del menù e in particolare l'omessa indicazione dettagliata degli allergeni per ogni tipologia di pietanza.
Nei confronti del legale rappresentante dell'attività sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 2000 euro.
Su richiesta dei militari del Nucleo, sul posto è intervenuto personale dell'Ausl di Modena, che ha emesso prescrizioni finalizzate anche all'immediato sgombero del locale deposito privo di requisiti igienico sanitari.

Provincia di Piacenza

I militari del NAS di Parma e della Compagnia Carabinieri di Piacenza hanno controllato un pub, rilevando lievi carenze igienico-sanitarie all'interno del locale cucina nonché la presenza, all'interno del locale deposito, di alimenti confezionati a diretto contatto con il pavimento e in promiscuità con materiale non attinente all'attività.
È stata rilevata la mancata attuazione delle procedure di autocontrollo relativamente al piano di derattizzazione e disinfestazione, dovuta alla mancata dislocazione e posizionamento delle relative trappole all'interno del locale, e gli attestati di formazione per il personale alimentarista relativi a due dipendenti dell'attività sono risultati decorsi di validità e non adeguati alle mansioni svolte. Nei confronti del titolare è stata emessa una diffida volta a risolvere, entro 30 giorni, le criticità accertate.

Fonte: salute.gov.it
RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: