Al CREA si insedia il nuovo CDA

Al CREA si insedia il nuovo CDA

Presidente Andrea Rocchi, Vicepresidente Giancarlo Righini, Assessore all’Agricoltura Regione Lazio, Alessandro Monteleone, dirigente di ricerca del CREA, eletto dalla comunità scientifica dell'ente

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

15

Aprile
2024

A cura della Redazione F&T

"Sono onorato di assumere la presidenza del più importante ente italiano di ricerca sull’agroalimentare. Il CREA è un unicum nel panorama nazionale del settore, presente in tutta la Penisola, con i suoi 12 Centri multi e interdisciplinari, e con le sue aziende agrarie, dove può esprimere appieno la sua vocazione sperimentale e di ricerca applicata. Da presidente, intendo valorizzare sempre di più questo straordinario bagaglio di competenze e conoscenze da mettere a disposizione del Sistema Paese e del nostro Ministero vigilante" .
Così il neopresidente CREA, il professor Andrea Rocchi all’insediamento del CDA che chiude la gestione commissariale.

Il CDA è presieduto appunto da Andrea Rocchi - direttore di Impresapiens, Centro di Ricerca di Sapienza Università di Roma e Presidente del corso di Laurea in lingua inglese Economics and communication presso la stessa Università -  ed è composto da Giancarlo Righini, Assessore Bilancio, Programmazione economica, Agricoltura e sovranità alimentare, Caccia e Pesca, Parchi e Foreste della Regione Lazio, espressione della Conferenza Stato-Regioni e designato anche vicepresidente, e Alessandro Monteleone, dirigente di ricerca CREA Politiche e Bioeconomia, eletto dalla comunità scientifica dell’Ente.

"Adesso - si legge in una nota dell'ente - il CREA  può tornare a lavorare, con maggiore serenità e con prospettive di più ampio respiro".

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: