Sanità animale, cambia il quadro normativo

Sanità animale, cambia il quadro normativo

Modificate le norme relative alla prevenzione e al controllo di determinate malattie trasmissibili

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

15

Luglio
2021

Il 13 Luglio 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea il Regolamento delegato UE 2021/1140 della Commissione che reca la modifica del regolamento delegato UE 2020/687 che integra il regolamento UE 2016/429 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme relative alla prevenzione e al controllo di determinate malattie animali trasmissibili di CATEGORIA A.
Ecco le modifiche:

Articolo 1
Il regolamento delegato (UE) 2020/687 è così modificato:

  1. all’articolo 21paragrafo 3, la frase introduttiva è sostituita dalla seguente: «3. In deroga al paragrafo 1 l’autorità competente può decidere, dopo avere eseguito una valutazione del rischio che tenga conto del profilo della malattia, di non istituire una zona soggetta a restrizioni in caso di insorgenza di un focolaio di una malattia di categoria A nei seguenti luoghi:»;
  2. .all’articolo 22, il paragrafo 5 è sostituito dal seguente: «5. I sottoprodotti di origine animale ottenuti da animali delle specie elencate, provenienti dalla zona soggetta a restrizioni e spostati al di fuori di essa sono accompagnati da un certificato sanitario rilasciato da un veterinario ufficiale in cui si dichiara che essi sono autorizzati a essere spostati dalla zona soggetta a restrizioni alle condizioni stabilite dall’autorità competente in conformità del presente capo.»;
  3. l’articolo 112 è sostituito dal seguente: «Articolo 112 – Abrogazioni
  • Le direttive 92/66/CEE2001/89/CE2003/85/CE e 2005/94/CE, nonché gli atti adottati sulla base di tali direttive, cessano di applicarsi a decorrere dal 21 aprile 2021.
  • 2. Le direttive 2000/75/CE e 2002/60/CE, nonché gli atti adottati sulla base di tali direttive, cessano di applicarsi a decorrere dal 14 luglio 2021.».
  • 4. l’allegato VI del regolamento delegato (UE) 2020/687 è modificato conformemente all’allegato del presente regolamento.

Articolo 2

  • Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.
  • Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

L’allegato illustra i divieti di attività riguardanti animali e prodotti collegati alle malattie di categoria A per:

  • Movimenti di animali detenuti delle specie elencate da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.
  • Movimenti di animali detenuti delle specie elencate verso stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.
  • Fiere, mercati, esposizioni e altre manifestazioni in cui si assembrino animali detenuti delle specie elencate, compresi il raduno e la dispersione di tali specie, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.
  • Movimenti di sperma, ovociti ed embrioni ottenuti da animali detenuti delle specie elencate da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, e non applicabile alla NCD.
  • Raccolta di sperma, ovociti ed embrioni di animali detenuti delle specie elencate, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, e non applicabile alla NCD.
  • Inseminazione artificiale itinerante di animali detenuti delle specie elencate, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, e non applicabile alla NCD.
  • Monta naturale itinerante di animali detenuti delle specie elencate, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, e non applicabile alla NCD.
  • Movimenti di carni fresche, escluse le frattaglie, di animali detenuti e selvatici delle specie elencate da macelli o stabilimenti per la lavorazione della selvaggina situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, SPGP, PPR, NCD e non vietato per LSD, CBPP e CCPP.
  • Movimenti di frattaglie di animali detenuti e selvatici delle specie elencate da macelli o stabilimenti per la lavorazione della selvaggina situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.
  • Movimenti di prodotti a base di carne ottenuti da carni fresche di specie elencate da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, PPR, NCD, e non vietato per LSD, CBPP, SPGP, CCPP.
  • Movimenti di latte crudo e colostro ottenuti da animali detenuti delle specie elencate da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, SPGP, PPR, non vietato per CBPP e CCPP, non ammissibile per NCD.
  • Movimenti di prodotti lattiero-caseari e prodotti ottenuti dal colostro da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, SPGP, PPR, non vietato per CBPP e CCPP, non ammissibile per NCD.
  • Movimenti di sottoprodotti di origine animale ottenuti da animali detenuti delle specie elencate da stabilimenti situati nella zona soggetta a restrizioni, fatta eccezione per i corpi interi e le parti di animali morti, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, SPGP, PPR, NCD, non vietato per CBPP e CCPP.
  • Letame, compresi le lettiere e il materiale da lettiera utilizzato, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, SPGP, PPR, NCD, non vietato per CBPP e CCPP.
  • Pelli, lana, setole e piume di animali, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, SPGP, PPR, NCD, non vietato per CBPP e CCPP.
  • Sottoprodotti di origine animale diversi dal letame, compresi le lettiere e il materiale da lettiera utilizzato, e da pelli, lana, setole e piume di animali, che risulta vietato per le patologie FMD, RP, RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.
  • Movimenti di materie prime per mangimi di origine vegetale e paglia ottenute nella zona di protezione, che risulta vietato per le patologie FMD, RP e non vietato per RVF, LSD, CBPP, SPGP, PPR, CCPP, NCD.

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2021/1140 DELLA COMMISSIONE del 5 maggio 2021 recante modifica del regolamento delegato (UE) 2020/687 che integra il regolamento (UE) 2016/429 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme relative alla prevenzione e al controllo di determinate malattie elencate →


Condividi su: