Olio di Puglia, il primo IGP della regione

Olio di Puglia, il primo IGP della regione

L'approvazione dell'Unione europea è vicina. Il logo raffigura una moneta romana che presenta una donna con in mano un ramo di ulivo

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

10

Maggio
2018

Iter amministrativo vicino alla conclusione per "Olio di Puglia", il primo extravergine di oliva a Indicazione Geografica Protetta della regione. Alla vigilia dell'approvazione da parte dell'Unione europea del riconoscimento del marchio il prodotto - si legge in una nota di Unaprol (Consorzio olivicolo italiano) - è stato presentato nel padiglione del Ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali nel corso di Cibus.

    Il prodotto è presentato con un logo raffigurante un'antica moneta romana risalente all'epoca dell'imperatore Traiano e presenta una donna con in mano un ramo di ulivo simboleggiante il legame storico con la coltivazione. "Dopo 2 anni di lavoro siamo alla vigilia dell'approvazione da parte dell'UE - ha spiegato Pantaleo Piccinno, presidente dell'associazione di Tutela e Valorizzazione dell'Olio Extravergine di Oliva di Puglia promotrice della Igp. L'obiettivo è quello di garantire migliori condizioni di reddito per gli olivicoltori rispondendo così alla storica carenza di programmazione e di un vero sistema di filiera che ci vede forti nella produzione, ma deboli sul mercato".

"L'opportunità è davvero importante ed è da tempo sollecitata dal territorio - ha sottolineato David Granieri, presidente di Unaprol. Si tratta di un progetto di valorizzazione che, come dimostra il disciplinare, punta decisamente sulla qualità e sulla distintività in una regione che fornisce circa il 50% dell'olio italiano". 


Condividi su: