Mais, c'è il dazio sulle importazioni

Mais, c'è il dazio sulle importazioni

Lo ha deliberato la Commissione europea per tutelare i produttori evitando il crollo dei prezzi dovuto alla sovrabbondanza di cereale sul mercato

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

11

Agosto
2017

Troppo mais sui mercati mondiali e prezzi che si annunciano molto bassi hanno fatto scattare le misure automatiche a salvaguardia dei produttori europei. Lo comunica la Commissione UE, che secondo il regolamento 642/2010 ha applicato un dazio alle importazioni nell'Unione di mais, sorgo e segale a 5,16 euro la tonnellata.

La tariffa era a zero dal novembre 2014. L'Esecutivo Ue ha spiegato in una nota che la misura arriva "in risposta alla situazione del mercato mondiale del mais in cui si prevede un raccolto globale 2016-17 caratterizzato da un'offerta ampia e, conseguentemente, da prezzi bassi".


Condividi su: