IFOAM chiede di regolamentare il biotech come OGM

IFOAM chiede di regolamentare il biotech come OGM

La Federazione europea per l'agricoltura biologica ha richiesto ufficialmente al Consiglio dell'UE di equiparare i nuovi prodotti derivanti dalla biotecnologie a quelli geneticamente modificati

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

08

Novembre
2019

La Commissione Europea dovrebbe dare impulso alla ricerca di metodi per l'identificazione di prodotti da nuove biotecnologie agrarie, e regolamentarli da subito come gli OGM. Lo chiede il gruppo europeo dell'International Federation of Organic Agriculture Movements, l'organizzazione UE del settore biologico.

Oggi, 8 novembre 2011, il Consiglio UE ha adottato una richiesta alla Commissione europea di un nuovo studio ed, eventualmente, una proposta legislativa sulle nuove tecniche d'ingegneria genetica, già equiparate agli OGM da una sentenza della Corte Ue del 2018.
La decisione della Corte di giustizia UE, spiega il documento approvato dal Consiglio oggi, ha sollevato questioni pratiche per le autorità nazionali competenti, per il settore della selezione vegetale e della ricerca. Allo stato attuale, inoltre, i prodotti ottenuti per mezzo di nuove tecniche non possono essere distinti dalle mutazioni naturali. Il Consiglio invita quindi la Commissione a presentare, entro il 30 aprile 2021, uno studio per capire cosa fare alla luce della sentenza della Corte di giustizia.

Per IFOAM Europa lo studio non è necessario e serve "un'azione immediata da parte della Commissione e delle autorità nazionali per garantire la tracciabilità dei nuovi OGM".


Condividi su: