Fruttagel, un 2019 di consolidamento

Fruttagel, un 2019 di consolidamento

Stabile il fatturato: 133 milioni di euro. Crescono bio ed export. Bene i surgelati, senza variazioni i derivati del pomodoro. In calo il comparto bevande

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

12

Giugno
2020

L'azienda cooperativa di trasformazione agroindustriale di Alfonsine, Ravenna, ha presentato mercoledì 10 giugno, alla Fattoria Guiccioli di Mandriole, i dati di bilancio relativi al 2019: fatturato a quota 133,1 milioni di euro, in leggero aumento rispetto all’anno precedente chiuso a 132,9 mln, ed export ancora in crescita con 8,7 mln di euro e il 6,5% del fatturato complessivo (nel 2018 rappresentava il 4,6%). Incremento a doppia cifra per il comparto biologico che segna +15,2%, passando da 27 milioni di euro (2018) a 31,1 milioni di euro di fatturato nel 2019.
“Il 2019 è stato un anno di tenuta positiva per Fruttagel - ha sottolineato il Presidente e AD Stanislao Giuseppe Fabbrino -. Abbiamo registrato alcune piccole variazioni all’interno dei diversi comparti dell’azienda: succhi e bevande, surgelati, pomodoro”.

Buona la performance dei vegetali surgelati il cui fatturato 2019 ammonta a 63,1 milioni di euro, con un incremento del +1,8% sul 2018.
Il comparto bevande (nettari, succhi e bevande di frutta, bevande vegetali, tè) registra invece un giro d'affari di 50 milioni di euro, in calo del -3,8 % rispetto all’anno precedente.
Stabili i derivati del pomodoro in sostanziale equilibrio sul 2018 con un valore di 17,7 milioni di euro

Confermato il piano di investimenti per il 2020 che raggiungono quasi i 9 milioni di euro, pianificati in ottica di efficientamento produttivo e di economia circolare: nuovo magazzino automatico surgelato, nuovo impianto uht, nuove linee di confezionamento, macchinari, adeguamenti strutturali e tecnologici sono solo alcune delle aree di intervento.
I dirigenti non nascondono che l’emergenza Covid-19 porterà con sé conseguenze importanti sul piano economico: bisognerà fare sistema e puntare a un modello di sviluppo davvero sostenibile.   

Durante la presentazione del Bilancio di Sostenibilità 2019 è stato comunicato il completamento della revisione del Codice etico Fruttagel e aggiornato il piano delle azioni su welfare, sostenibilità, biologico, sviluppo estero, formazione e innovazione.

Fruttagel
Fruttagel è un’azienda cooperativa di trasformazione agroindustriale fondata ad Alfonsine nel 1994 e attiva nella produzione di bevande a base di frutta e di legumi/cereali, derivati del pomodoro e ortaggi surgelati. Segue tutte le fasi della filiera dal campo al consumatore, lavorando prodotti orto-frutticoli da agricoltura integrata e biologica in larga parte conferiti dai propri soci. I prodotti realizzati da Fruttagel arrivano al consumatore finale mediante la GDO e i servizi di ristorazione collettiva e commerciale, a marchio dei distributori e con marchi della cooperativa. Fruttagel impiega circa 700 lavoratori nella sede principale di Alfonsine e ha un altro stabilimento produttivo a Larino (CB) con un organico di circa 150 persone.
Nel 2019 ha raggiunto un fatturato di 133,1 milioni di euro.
Fruttagel è socio fondatore del Consorzio Almaverde Bio.

Condividi su: