Ferrero a caccia di nocciole

Ferrero a caccia di nocciole

La filiera della Nutella le reclama: varato un piano per produrre il frutto in Italia con l'obiettivo di arrivare a 20mila ettari di nuove piantagioni

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

05

Aprile
2018

È partito il Progetto Nocciola Italia: sviluppare 20mila ettari di nuove piantagioni di noccioleto, circa il 30% in più dell'attuale superficie, entro il 2025. Questo è l'ambizioso obiettivo della Ferrero Halzelnut Company, la divisione interna del Gruppo Ferrero che si occupa esclusivamente della filiera nocciola. L'azienda di Alba sosterrà i produttori agricoli con un piano che punta a un frutto di qualità e una filiera italiana sostenibile a supporto dell'intero comparto.

L'Italia rappresenta il secondo player a livello mondiale con una quota di mercato di circa il 12% della produzione globale di nocciola, alle spalle della Turchia che rappresenta il 70% del mercato complessivo. Il nostro Paese ha però un grande potenziale di sviluppo grazie a un territorio, sia a nord sia a sud, particolarmente vocato alla coltivazione di eccellenti varietà di nocciola.
In Italia vengono dedicati oltre 70mila ettari di terreno a questa coltura, con una produzione media di nocciola in guscio di circa 110mila tonnellate/anno. Sebbene la Ferrero Hazelnut Company soddisfi i propri bisogni di nocciole fornendosi da aree produttive localizzate in varie parti del mondo, mediante il Progetto Nocciola Italia una specifica attenzione sarà rivolta alla produzione italiana


Condividi su: