creafuturo: è online il nuovo numero

creafuturo: è online il nuovo numero

La prima parte dello Speciale Capitale Naturale è intitolata "Suolo: il mondo sotto di noi"

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

23

Novembre
2021

È online l'ultimo numero di creafuturo, la testata giornalista del CREA che racconta l’ambiente che ci circonda, il suolo che coltiviamo, il cibo che mangiamo. Questa uscita è la prima delle due dedicate al capitale naturale, e parla del suolo.
Il Presidente del CREA, Carlo Gaudio, con l'
editoriale, illustra tutto quello che c’è da sapere, e Marcello Mastrorilli, Direttore del CREA Agricoltura e Ambiente, evidenzia nella rubrica CREA al centro, quanto sia dato per scontato, proprio perché è qui sotto i nostri piedi, e invece non lo è.
A parere del CREA "qualcosa sta cambiando" e questo "qualcosa" lo racconta nel podcast Danilo Marandola, agronomo, ricercatore del CREA Politiche e Bioeconomia: l’opinione pubblica sta diventando sempre più consapevole, le istituzioni stanno mettendo mano a politiche di sostegno e di tutela, anche con progetti di ricerca ambiziosi, come ci descrivono Rosario Napoli, ricercatore di Agricoltura e Ambiente e responsabile per il CREA del progetto EJPSoil e Maria Grazia Piazza, Tecnologo CREA, Amministrazione Centrale, Filiberto Altobelli, Ricercatore del CREA Politiche e Bioeconomia, National Focal Point per l’Italian Soil Partnership e Anna Benedetti, Associato al CREA Politiche e Bioeconomia per il progetto Soil4Life.  

Il CREA spiega quanto sia incredibile la varietà di studi in corso sul suolo. Si va dalla composizione e dalle diverse attitudini, come spiegato da Sergio Pellegrini, ricercatore CREA Agricoltura e Ambiente, alla struttura con l'articolo di Nadia Vignozzi, Ricercatore Centro Ricerca Agricoltura e Ambiente.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che
il suolo è vivo e respira, grazie alla presenza di animali, batteri e funghi, che trasformano la sostanza organica, ricavando nutrimento per sé e per le piante, come descritto da Alessandra Lagomarsino, ricercatrice di Agricoltura e Ambiente, e aiutando perfino a difenderle, come chiarisce Luisa Manici, ricercatrice del CREA Agricoltura e Ambiente. Proprio in questa direzione, va l’approfondimento dedicato ai miliardi di microrganismi che lo abitano, svolgendo un ruolo essenziale per l’equilibrio ecologico, come precisato nell’articolo di Massimo Zaccardelli, Catello Pane, e Paola Iovieno, ricercatori del CREA Orticoltura e Florovivaismo e in quello di Lorenzo D’Avino, ricercatore del CREA Agricoltura e Ambiente.

Ulteriori spunti di riflessione provengono dall’attività di nutrimento e inquinamento, come illustrato rispettivamente nell’articolo di Alessandra Trinchera, primo ricercatore, e nell’intervista a Rita Aromolo, primo tecnologo, entrambe del centro di Agricoltura e Ambiente; così come dalle tecniche e dalle tecnologie sofisticate, per mettere a punto soluzioni innovative in grado di gestire il suolo in modo sostenibile, con uno sguardo al futuro, la rubrica in questo numero a firma di Pieranna Servadio, Dirigente di ricerca del CREA, Amministrazione Centrale.

Di grande interesse è quanto accade anche in
viticoltura, come delineato da Luigi Tarricone, Primo Ricercatore del CREA Viticoltura ed Enologia; o nell’uso razionale dell’acqua, come chiarito da Pasquale Campi, ricercatore CREA Agricoltura e Ambiente. Fino ad arrivare alle evoluzioni della cartografia per riconoscerlo e classificarlo, come illustrato nell’articolo di Maria Fantappiè, ricercatrice di Agricoltura e Ambiente.
Sullo stato di salute dei suoli in Italia, inoltre, fa il punto Michele Munafò, dirigente di ricerca di Ispra, che cura il
Rapporto annuale sul consumo di suolo.

I ricercatori lavorano per trovare soluzioni positive, in grado di trasformare scarti in fertilizzanti, come descritto da Antonella Chiariotti e Massimo Calì, ricercatori del CREA Zootecnia e Acquacoltura, e di recuperare e riciclare la biomassa vegetale prodotta, non utilizzata o sprecata, per ripristinare i contenuti di sostanza organica del suolo, come precisano Mariangela Diacono e Francesco Montemurro, ricercatori di Agricoltura e Ambiente. 

Da segnalare anche i consueti appuntamenti con le rubriche CREA per la scuola e Chiedilo al CREA.


Condividi su: