CREA: cercasi Presidente

CREA: cercasi Presidente

Il MiPAAF ha pubblicato il bando per accogliere manifestazioni di interesse a guidare il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'economia agraria

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Luglio
2020

Sul sito del Ministero per le Politiche Agricole e Alimentari è stato pubblicato l'avviso pubblico per la acquisizione di manifestazioni di interesse al conferimento dell’incarico di Presidente del CREA, ente pubblico non economico vigilato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Dal 18 aprile 2019 il CREA è guidato dal Commissario Straordinario Gian Luca Calvi, e dai Sub-commissari professor Carlo Gaudio e professor Massimo Bagarani, nominati il 28 maggio 2019.

Il CREA, ente pubblico nazionale di ricerca e sperimentazione istituito dal decreto legislativo 29 ottobre 1999, n.454, ha competenza scientifica generale nel settore agricolo, agroalimentare, agroindustriale, ittico, forestale, della nutrizione umana e degli alimenti, dello sviluppo rurale e dell’economia agraria.
Ha personalità giuridica di diritto pubblico, è dotato di autonomia scientifica, statutaria, organizzativa, amministrativa e finanziaria ed è posto sotto la vigilanza del MiPAAF.
Il CREA svolge ricerche e sviluppa soluzioni tecnologiche in grado di innalzare la profittabilità e la competitività delle risorse naturali e delle biodiversità degli ecosistemi agrari, forestali ed ittici, sulla base degli obiettivi e degli indirizzi definiti dal MiPAAF.
Ai sensi dell’articolo 3 dello Statuto dell’Ente, approvato con delibera n. 35 del 22 settembre 2017, costituiscono organi del CREA il Presidente, il Consiglio di Amministrazione, il Consiglio scientifico, il Collegio dei revisori dei conti.

Il bando

L'avviso è finalizzato ad acquisire manifestazioni di interesse per la nomina del Presidente dell’Ente.
In forza dell’art. 4 dello Statuto il Presidente è nominato ai sensi dell’articolo 3 della legge 23 agosto 1988, n. 400: è scelto tra personalità di alta qualificazione scientifica e professionale, dura in carica quattro anni e può essere confermato una sola volta.
Il compenso è determinato, ai sensi della vigente normativa, con decreto del MiPAAF, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.
L'avviso non dà luogo ad una procedura concorsuale né a una selezione comparativa mediante attribuzione di punteggi e/o classificazioni di merito ma è finalizzata alla predisposizione di una lista di candidati da sottoporre all’attenzione del Ministro per le determinazioni di competenza.

Requisiti

Ai fini dell’attribuzione dell’incarico è richiesto il possesso di alta qualificazione scientifica e professionale: costituisce, pertanto, requisito minimo e imprescindibile il possesso di laurea magistrale o specialistica, ovvero del diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento in materie attinenti all’attività
istituzionale dell’Ente. Saranno considerati in relazione alle specifiche competenze dell’Ente:
- Titolo di Laurea
- Eventuali titoli accademici
- Esperienza professionale posseduta in posizione di vertice di strutture o organizzazioni pubbliche e/o private
- Pubblicazioni e lavori, con particolare riguardo a quelle attinenti l’ambito di attività dell’Ente
- Livello di conoscenza di lingue straniere.
La carica di Presidente è incompatibile con qualsiasi altra attività professionale a carattere continuativo: in caso di conferimento in favore di dipendente pubblico, è previsto il collocamento in aspettativa o in posizione di fuori ruolo secondo l’ordinamento dell’amministrazione di appartenenza.

Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazioni di interesse al conferimento dell'incarico di Presidente del CREA


Condividi su: