Cent'anni di Aperol

Cent'anni di Aperol

Ricorre il centenario dell'aperitivo creato nel 1919 dai fratelli Luigi e Silvio Barbieri. Bottiglia speciale e festeggiamenti internazionali per celebrare la ricorrenza

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

17

Aprile
2019

Grazie allo spritz, l'Aperol si è diffuso da Padova in tutto il mondo e quest'anno, uno dei marchi che più rappresentano l'aperitivo italiano, compie un secolo. Nato in Veneto nel 1919 dai fratelli Luigi e Silvio Barbieri, fu presentato la prima volta alla Fiera Internazionale di Padova. Dal 2003 è di proprietà del Gruppo Campari.

Il nome - spiega l'azienda italiana in una nota - prende ispirazione dal termine Apéro che, in francese, significa aperitivo.
Nono nella lista dei cocktail più venduti al mondo è una combinazione di erbe e radici in infusione, la ricetta originale è rimasta segreta e invariata nel tempo. Un mix di color arancione racchiuso nella bottiglia che, per il centenario, sarà proposta con etichette limited-edition, ciascuna della quali sarà un pezzo unico. Ciò è reso possibile da una formula cromatica che ricrea un numero infinito di variazioni di un disegno realizzato dall'artista Lorenzo Mattotti con una giovane coppia che balla tenendo in mano una bottiglia di Aperol e due calici.

Per festeggiare il secolo di vita, Aperol ha annunciato una serie di attività celebrative a livello internazionale che avranno luogo durante tutto il 2019. Durante l'estate Aperol organizzerà il The Aperol Summer Tour in tutta Italia e in alcuni Paesi sulla costa europea, tra cui Grecia e Malta, dove sarà servito l'aperitivo sulla spiaggia con dei colorati anfibi Aperol che sbarcheranno direttamente dal mare, dando vita a veri e propri bar. L'attività avrà inizio in Israele, a Tel Aviv, il prossimo maggio.


Condividi su: