Carrefour apre i

Carrefour apre i "mercati rionali"

Parte il progetto pilota nell'Ipermercato di Tor Vergata per valorizzare i prodotti regionali

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

11

Maggio
2021

Carrefour Italia ha deciso di realizzare una missione quasi impossibile: "riproporre l’atmosfera, i colori e i sapori del mercato rionale, essenza della vitalità locale e delle eccellenze del territorio, nella grande distribuzione". Il primo tentativo è partito nel Lazio, con il progetto pilota dell'Iper di Tor Vergata che attraverso un’area interamente dedicata a prodotti regionali, rappresenta 28 produttori locali del Lazio. I corner vogliono ricordare i banchi del mercato rionale con pasta fresca, vini, pane, oli e sottoli, salumi e formaggi.

Tra i 28 produttori attualmente coinvolti nel progetto, anche i fratelli Francesco, Gianluca e Alessandra della cantina Villa Gianna che propone il Circeo e il DOC Moscato di Terracina: "Per i nostri vigneti abbiamo selezionato varietà tipiche autoctone. La nostra è una filiera corta: tutti i passaggi, dal ciclo vegetativo, alla raccolta dell’uva e alla vinificazione vengono fatti nella nostra cantina".

"Nel nostro stabilimento alle porte di Roma - afferma Emanuele Marella, Amministratore del Caseificio Formaggi Boccea - produciamo prevalentemente formaggi a base di latte di capra e di pecora a chilometro zero. Per noi lavorare in sinergia con tutta la filiera è sempre stato fondamentale e collaborare con Carrefour Italia ci offre la possibilità di far conoscere a un pubblico sempre più ampio le nostre eccellenze, sostenendo il nostro business locale".

Tra i prodotti locali promossi nel corner dedicato, i consumatori potranno trovare oltre 200 articoli 120 dei quali freschi come frutta e verdura, formaggi, ricotte, mozzarelle, salumi, e tutti a pochi chilometri dalla produzione diretta.


Condividi su: