AgEA, bilancio 2019

AgEA, bilancio 2019

L'Agenzia governativa per le Erogazioni in Agricoltura ha reso noti i pagamenti dell'anno appena concluso. Aumentati di quasi 100 milioni di euro gli aiuti assegnati nella domanda unica

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

07

Gennaio
2020

L'inizio del 2020 ha sancito per AgEA il tempo dei consuntivi e così l'Agenzia ha reso noti gli interventi più importanti succedutisi lungo lo scorso anno.
Per gli aiuti diretti, nel mese di dicembre è stato dato avvio al pagamento dei saldi della domanda unica 2019 che hanno interessato oltre 135 mila beneficiari per 291 milioni di euro di aiuti erogati alle aziende agricole. A questo importo si aggiungono 974 milioni di euro relativi al pagamento dell’anticipo che si è concluso nello scorso mese di novembre e che ha interessato oltre 448 mila aziende agricole, per un totale erogato pari a 1,265 milioni di euro a favore di oltre 584 mila agricoltori.

Rispetto alla scorso anno, si è registrato un incremento di aiuti erogati nella domanda unica entro la fine dell’anno, di oltre 98 milioni di euro.

Nell’ambito del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale, sono stati realizzati pagamenti a 56.829 beneficiari, per un importo complessivo pari a 349 milioni di euro. Solo nel mese di dicembre 2019, con il pagamento di oltre 139 milioni di euro, AgEA ha avviato i rimborsi in favore delle aziende agricole che hanno stipulato polizze assicurative agevolate a copertura delle produzioni vegetali del 2019.

L'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura dichiara di aver "praticamente azzerato i ritardi nelle erogazioni che si erano verificati in fase di avvio della programmazione".

Per quanto riguarda i Programmi di Sviluppo Rurale delle 13 Regioni per le quali AgEA svolge le funzioni di Organismo Pagatore, 12 PSR hanno superato l'obiettivo di spesa al 31/12/2019 necessario per evitare penalizzazioni da parte della Commissione Europea in base alla regola “N+3”. A seguito dell’ultimo decreto di pagamento autorizzato da AgEA, risulta infatti contabilizzata una spesa pubblica superiore a quella necessaria per il raggiungimento dell’obiettivo pari a 414,6 milioni di euro.

Purtroppo la Regione Puglia non ha raggiunto il proprio obiettivo, avendo realizzato una spesa di circa 142 milioni di euro (86 milioni di euro di quota FEASR) inferiore alla soglia minima necessaria per evitare il disimpegno.

Con le attuali regole comunitarie non vi è la possibilità, a livello nazionale, di compensare la minore spesa della Puglia (- 142 milioni) con i maggiori pagamenti (+ 414,6 milioni) sostenute dalle altre Regioni con Organismo Pagatore AgEA.

Dall’inizio della programmazione al 31/12/2019 AgEA ha erogato, sempre con riferimento ai 13 Programmi regionali e al Programma nazionale, più di cinque miliardi di euro di risorse pubbliche a favore di 580.000 beneficiari.
Nell’anno 2019 le risorse erogate sono state pari a circa 1,9 miliardi di euro, in favore di 180.000 beneficiari.
Nel mese di dicembre 2019 sono stati erogati oltre 600 milioni di euro di risorse pubbliche, pari al 36% di quanto erogato negli undici mesi precedenti.


Condividi su: